Paroloni...

Bah...  una serie di parole mi son rimaste impresse... da giorni mi ronzano in testa senza tregua... !
una delle tante... troppe... cose che non ho mai compreso è la necessita' di riempirsi la testa ma sopratutto la bocca di parole assolutiste, non ci appartengono proprio per intima natura e perfezione, sarebbero da maneggiare in modo puramente teorico.
Un concetto puro ed astratto  tale deve restare per non creare distorsioni logiche a cui inevitabilmente conseguono disagi, partendo dai famosi "presupposti" e finendo in bui corridoi mentali a gambe all'aria in voli pindarici da cardiopalma!
molte volte le nostre opinioni si trovano in contrasto, in modo piu' o meno palese, con le nostre azioni... e non perchè siamo dei poveri idioti, ma semplicemente perchè stiamo applicando l'impossibile per finire a piè pari nell'assurdo.
Si creano cosi' le dissonanze cognitive... che non sono altro che incoerenze logiche.
A causarle, alcune volte, sono i paroloni come " verita' ",
 " liberta' " " rispetto"... insomma quelli che diventano postulati base, di cui si detiene certezza assoluta, di fronte ai quali nessuno (tutti uni e puri con sillogismi perfetti) è disposto a cedere di un passo!
quando faccio questi bagni di "assolutezza" necessito di un buon periodo di abluzioni.
L'ho piantata tempo addietro di rincorrere utopistiche chimere imparando piuttosto a giocarci... piu' divertente prendersi un po' meno sul serio... piu' rilassante, indubbiamente meno ansiogeno.
I paroloni son ottimi per intavolare conversazioni infinitamente affascinanti... ma illusori e fallaci maestri di vita su cui abbiamo proiettato gia' troppe aspettative e che abbiamo, inconsciamente, gia' piegato ed assoggettato ai nostri egoismi e volonta'.
Come sempre, ribadisco, non ho perle di saggezza... solo pensieri senza pretese, com'è giusto sia...

Commenti

Post più popolari