Diego Magliani..." cose che non dovremmo mai fare "


Questo splendido dipinto che è stato esposto alla manifestazione artistica " Premio Borgiotti " 
Appartiene alla serie di  dipinti che Magliani ha eseguito, in cui, le figure escono dalla cornice, rompendo schemi spaziali ed archetipi preimpostati, per dare vita ad una loro, unica, danza. 
Le caratteristiche, di questa serie, sembrano essere concentrate in quest'opera. 
Magliani ha la straordinaria  la capacita' di donare movimento, delineando la fisicita', le luci ed ombre con eleganza con una costante sperimentazione cromatica, dal risultato decisamente raffinato. 
Cio' che non si vede in questa fotografia, purtroppo, è che lo sfondo scuro in realta' e' brillantinato, dal vivo questa particolarita', assieme al gioco dello sfondo stesso, spara le figure "fuori" dalla tela. Il dipinto è disponibile.
Per ulteriori informazioni rivolgersi direttamente a Diego Magliani Art.
Come ogni suo dipinto... non ho dubbi trovera' gran riscontro.

Olio su tela
135 x 115
                                                                                                                                                                                                                                                                                                 

...la capacita' di sintesi tra immagine e testo fara' danzare il dipinto nella  vostra mente come soltanto Diego Magliani Art sa fare...pizzicando le corde dell'anima e trascinandovi a vibrare sulle sue corde...
immersi nelle sue emozioni: :

" Secondo me, una delle cose che non dovremmo mai fare, è quella di stare fermi, ma cercare imperterriti, la colonna sonora della propria vita per cantare, ballare, correre, muoversi, leggere mille libri, baciare chi ci vuole bene e sorridere con loro, e nello stesso tempo rendersi conto però, che nulla di tutto questo ci verrà incontro, cosicché, dovremmo andare a prendercela da soli.
Non sempre sarà facile, perché la musica, quella della nostra orchestra in fondo al cuore, non vuole domande, ma vuole soltanto essere libera di esprimersi come meglio crede, e per catturarla dovrai essere sveglio, pronto e pieno di entusiasmo come lei.
Una volta che avrai la tua musica personale, quella che ti fa muovere come piace a te, non smetterai più di danzare, e non ti chiederai il motivo per cui lo stai facendo, ne sul suo significato, perché se inizi a farlo, sai benissimo che i tuoi piedi si bloccheranno di nuovo e la tue note cesseranno di colpo di suonare, lasciandoti in un arido silenzio mentale.
Balla come piace a te, senza tenere conto di chi ti sta guardando, o dei giudizi altrui, pensando che i passi che stai facendo sono quelli più naturali, istintivi, e vedrai che con il passare del tempo, le tue gambe saranno sempre più sciolte, i tuoi piedi sempre più veloci e leggeri, la tua rigidezza di un tempo sarà solo un vago ricordo, e i tuoi sogni sembreranno ancor più a portata di mano.
Fai del tuo meglio e non aver paura di sbagliare, e quando sei stanca, prenditi pure le tue pause, ma senza che la musica si fermi, perché quelle note che ti accompagnano ogni giorno, e che hai scelto tu, sanno meglio di chiunque altro come ti chiami e vogliono con te andare là fuori per vedere il mondo che ti aspetta.
Ognuno di noi nella vita, dovrebbe riuscire ad avere la propria musica tra le mani, che lo faccia ballare, che lo faccia volare, senza aver bisogno di un paio d'ali. "

Diego Magliani.


Commenti

Post più popolari